La mano mozza

La mano mozza Un romanzo intenso sulla Grande Guerra Cendrars vi partecip combattendo al fronte e raccont l orrore lo sgomento le privazioni le miserie ma anche gli slanci di coraggio la vitalit e persino l um

  • Title: La mano mozza
  • Author: Blaise Cendrars Giorgio Caproni
  • ISBN: 9788811667148
  • Page: 492
  • Format: Paperback
  • Un romanzo intenso sulla Grande Guerra Cendrars vi partecip combattendo al fronte, e raccont l orrore, lo sgomento, le privazioni, le miserie ma anche gli slanci di coraggio, la vitalit e persino l umorismo di soldati mandati a morire nel grande olocausto del primo conflitto E una rappresentazione cruda, realistica ma anche partecipe, nella quale si alternano scene tUn romanzo intenso sulla Grande Guerra Cendrars vi partecip combattendo al fronte, e raccont l orrore, lo sgomento, le privazioni, le miserie ma anche gli slanci di coraggio, la vitalit e persino l umorismo di soldati mandati a morire nel grande olocausto del primo conflitto E una rappresentazione cruda, realistica ma anche partecipe, nella quale si alternano scene terribili dei combattimenti, rari momenti di felicit delle licenze, con il soffio di speranza che comunicava ai giovani in armi.
    • [PDF] Download à La mano mozza | by Ú Blaise Cendrars Giorgio Caproni
      492 Blaise Cendrars Giorgio Caproni
    • thumbnail Title: [PDF] Download à La mano mozza | by Ú Blaise Cendrars Giorgio Caproni
      Posted by:Blaise Cendrars Giorgio Caproni
      Published :2019-08-17T22:01:54+00:00

    321 Comment

    • Vittorio Ducoli says:

      Amici miei in trincea La mano mozza è, come dice Cendrars, una cronaca delle avventure dell'autore durante la Grande Guerra. Cendrars infatti si arruolò nella Legione Straniera, fu mandato al fronte nelle trincee della Somme e nel settembre 1915 perse l'avambraccio destro. Il libro è stato scritto al termine di un'altra guerra, nel 1945-46, e la distanza di quasi trent'anni dai fatti narrati si sente. Infatti Cendrars si lascia forse prendere dalla nostalgia di quella che è stata la sua giov [...]

    • Anna Prejanò says:

      Accostare “La mano mozza” a Hemingway o Céline perché tutti e tre parlano della prima guerra mondiale è come dire che “Histoire d’O” e “Madame Bovary” sono simili perché parlano di tradimenti femminili. Sto solo facendo un esempio, non esprimendo un giudizio (detto per inciso, non ho mai sopportato né Hemingway né Céline, mentre non si discute che “Madame Bovary” sia un capolavoro altissimo della letteratura mondiale; “Histoire d’O” è lettura fatta in epoca adoles [...]

    • Stéphane says:

      1914. Blaise Cendrars, jeune poète qui vient de révolutionner les lettres avec sa "Prose du Transsibérien", lance un appel aux étrangers résidant en France et s'engage comme volontaire dans l'armée française. C'est comme légionnaire qu'il mènera cette guerre qui lui coûtera la main droite en septembre 1915."La main coupée", deuxième partie de cette tétralogie de souvenirs de Blaise Cendrars est un hommage à tous les camarades avec qui il a partagé les combats. Les seuls survivants [...]

    • Roberto Roseano says:

      Poeta, scrittore, reporter, sceneggiatore, fondatore di riviste culturali, uomo d'affari, poliglotta, amico di molti altri artisti, Blaise Cendrars (nome d'arte di Frédéric-Louis Sauser), è stata una figura molto importante in Francia, con una forte influenza su tutte le avanguardie artistiche e letterarie di inizio XX secolo.In questo libro, sia pure a distanza di molti anni, racconta in maniera puntuale, vivida, spesso cruda e sprezzante nei confronti delle gerarchie e dei regolamenti milit [...]

    • loudermilk says:

      The Day I Shot Myself In The Face At Breakfast Lunch, Dinner?__________________________________________________​____________for breakfast on the day i shot myself in the face i shot myself three times, once as i was tipping cereal into a bowl and two other times. the shots sounded like three negative comments on my life. i needed another hook for the house as the only one i had was supporting a mirror and i had to make light of taking down the mirror to hang the jackets of my guests. at lunch [...]

    • Christopher says:

      There are at least 4 ways to write one's autobiography. This is my favourite so far. With Mr Cendrars one never knows and that is just fine with me. This is an excellent translation of a few years from an amazing, astonishing man.

    • Empire says:

      Great read.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *